Venerdý 28 novembre 2008

I manufatti lignei, dopo cento anni, di nuovo in chiesa per Natale

Gli angeli tornano a Costacciaro

Costacciaro - Dopo quasi tre anni di aspre lotte a colpi di lettere, telefonate e viaggi della speranza, il battagliero Parroco di Costacciaro Don Nando Dormi pu˛ finalmente cantare vittoria ed innalzare lodi a Dio. Gli angeli, volati misteriosamente via cento anni fa, torneranno, infatti, proprio sotto Natale, nella chiesa madre di Costacciaro ad ornare l'urna del tanto amato e venerato patrono benedettino avellanita Beato Tomasso. Il ritorno degli Angeli a Costacciaro, per molti anni ospitati all'interno della Cappella del Battistero della Chiesa di San Francesco in Foligno Ŕ stato deciso dalla maggioranza qualificata dei due terzi del Capitolo provinciale straordinario dei frati francescani minori conventuali dell'Umbria, riunitosi il 28 ottobre scorso. L'artistica urna lignea, che custodisce, all'interno di un'apposita cappella (voluta da Don Nando) dell'ex chiesa conventuale di San Francesco di Costacciaro, le spoglie mortali del protettore, era sorretta, infatti, fino all'anno 1908, da due angeli lignei di grandi dimensioni, scolpiti a tutto tondo e dorati. Incerta permane, tuttora, l'attribuzione del manufatto ligneo, sebbene gli elementi decorativi dell'arca, soprattutto i putti inseriti nelle paraste, che scandiscono verticalmente i prospetti della struttura, risultino compatibili, secondo gli storici dell'arte eugubini Francesco Mariucci ed Ettore Sannipoli, con la produzione eugubina dell'abilissimo maestro intagliatore di legname luganese Carlo Magistretti (seconda metÓ del Seicento). A salutare ed accogliere degnamente gli angeli nell'imminenza del Natale vi sarÓ certamente tutto Costacciaro. A dare il benvenuto alle due sontuose sculture lignee saranno il sindaco di Costacciaro Rosella Bellucci e tutte le altre autoritÓ civili e religiose locali, mentre a benedire gli angeli stessi s'incaricherÓ, oltre naturalmente al parroco, anche, con buona probabilitÓ, sua eccellenza il Vescovo di Gubbio, Mario Ceccobelli.

Euro Puletti