Venerdì 16 ottobre 2009

Costacciaro Iniziativa riuscita

Il monte Cucco senza più segreti per gli studenti

Costacciaro - Mercoledì scorso alle ore 9,30 circa, nella sala San Marco del museo del parco di Monte Cucco, a Costacciaro, il Corpo forestale dello stato ha tenuto un'importante manifestazione, volta commemorare 1 187 anni dalla sua fondazione, ad opera di Carlo Felice di Savoia, nel 1822. A fare gli onori di casa, in rappresentanza del comune di Costacciaro, era presente l'assessore alla Cultura, Manuela Agostinelli, mentre ospite d'onore, dalla parte del Corpo forestale, è stato il vice questore aggiunto del comando regionale del Cfs di Perugia, Angelo Fiordiani. L'evento, che si tiene tutti gli anni a livello nazionale, è stato localmente organizzato dal comando della stazione forestale  di Scheggia e Pascelupo, che vigila, attentamente e costantemente, su ben tre dei territori comunali del Parco del Monte Cucco, guidato dal suo comandante, ispettore capo Marcello Cacciamani. La manifestazione, tesa a sensibilizzare i giovani alle tematiche dell'ambiente, ha previsto la proiezione di un filmato documentario, illustrante i molti compiti di polizia ambientale oggi affidati al Corpo, immediatamente seguito da un cortometraggio sul parco naturale regionale di Monte Cucco. Nel corridoio d'ingresso del museo del parco, i forestali hanno gratuitamente distribuito interessante materiale documentario, davvero prezioso per le attività di didattica, naturalistica ed ambientale, delle scuole. In séguito, le classi sono state accompagnate, da Mirko Berardi e Giulia Marras, a visitare il museo del parco e a vedere l'antico frantoio oleario di Costacciaro, il caseificio Facchini di Sigillo (per assistere alla produzione artigianale del pecorino di fossa) e la risorgente carsica di Scirca, dove due tecnici della società Umbra Acque hanno guidato, all'interno dell'opera di presa, gruppi di 40 alunni alla volta, fornendo loro tutte le informazioni e le spiegazioni del caso. La notevole e complessa manifestazione si è conclusa, a Villa Scirca, alle 14 circa. Da segnalare, soprattutto, la massiccia, qualificata e qualificante presenza, con una consistenza numerica di circa 300 alunni, di delegazioni scolastiche, rappresentate sia da docenti e discenti di classi prime, della scuola secondaria di primo grado, dei vari plessi dell'istituto comprensivo di Sigillo sia da quelli di scuole primarie della direzione didattica statale 3° circolo "Annibale della Genga" di Spoleto, giunte, a Costacciaro, con ben due pullman. Un'occasione propizia anche per far conoscere le bellezze della zona, oltre che sensibilizzare la nuove generazioni su temi significativi.

Euro Puletti