lunedý 18 settembre 2007

Un successo la partecipazione al festival di musica antica

Il coro in trasferta ad Assisi

 

Costacciaro - L'antico coro del Miserere (e Stabat Mater) di Costacciaro, oggi singolarmente costituito da sole donne, assieme a quello di Gubbio e Colfiorito, ha partecipato alla manifestazione canora del "1░ festival internazionale di musica antica nei luoghi sacri dell'Umbria". Tale rassegna canora si Ŕ svolta ad Assisi durante la serata di venerdý 14 settembre, a partire dalle ore 21, all'interno della magnifica cattedrale romanica di San Rufino. Si deve ad una proposta avanzata dal professor Giancarlo Palombini dell'UniversitÓ di Perugia, subito accettata dalla parrocchia di San Marco Evangelista di Costacciaro, nella persona del suo parroco don Nando Dormi, se il coro di Costacciaro, circa 20 donne, tra i 30 ed 60 anni (inclusa anche qualche giovanissima), che si esercitano periodicamente nella canonica, ha potuto essere ospitato, e "dire (anzi cantare) la sua", all'interno della prestigiosa rassegna musicale umbra. Un doveroso ringraziamento si deve, infine, tributare al musicista costacciarolo, di fama nazionale, Massimo Bartoletti, il quale aiutando professionalmente ed "appassionatamente" il coro, ha reso possibile l'ottenimento di tale importante risultato. E si sa quanto importanti siano i cori soprattutto nelle piccole realtÓ, dove sono punto di unione e dimostrano la vitalitÓ del borgo.

Immagini

Euro Puletti